16^ giornata – Non riesce il colpaccio alle Fiamme in terra emiliana

 

Reggio Emilia – Le Fiamme lottano fino alla fine, ma incappano nella nona sconfitta della stagione cedendo di misura al Valorugby Emilia 19 a 15, in occasione della 16^ giornata del “Peroni TOP10”.

Partita fisica e combattuta quella che ha visto il XV della Polizia di Stato uscire dal “Mirabello” con il solo punto del bonus difensivo; molte le recriminazioni per la compagine allenata da Craig Green che non ha saputo sfruttare al meglio uno dei due vantaggi numerici e che nelle fasi statiche ha spesso subito la fisicità degli emiliani.

Comunque, una buona prestazione dei Cremisi in tutti i reparti: una difesa solida che non ha permesso agli avversari di andare oltre le due mete segnate e una buona costruzione del gioco con molte azioni degne di nota.

Nonostante la sconfitta, le Fiamme sono riuscite a dare più di un filo da torcere alla squadra allenata da Roberto Manghi, mettendola più volte in difficoltà e annullando sul campo la differenza dei 25 punti in classifica che divide i due team.

«Avremmo sicuramente meritato di più – ha commentato coach Craig Green al termine del match – La partita di oggi è la cifra della nostra stagione: molte volte a un passo dalla vittoria contro squadre sulla carta più forti, per poi invece restare un passo indietro. Sicuramente il Valorugby oggi non ha demeritato, ma se fossimo stati più precisi nelle fasi statiche e se non avessimo preso quella meta con l’uomo in più, forse adesso staremmo parlando di un’altra partita. A Reggio abbiamo fatto vedere anche delle ottime cose e abbiamo messo in serie difficoltà una squadra che, grazie alla vittoria di oggi, accede matematicamente ai playoff».

Con il punto del bonus difensivo conquistato oggi, le Fiamme Oro restano in settima posizione con 29 punti; prossimo impegno, sabato prossimo con il Mogliano per l’ultima partita in casa della stagione 2020-21.

La cronaca
Passano due minuti e il Valorugby ha l’occasione per muovere per primo lo score con un calcio di punizione, ma Farolini, da posizione centrale, non centra i pali. Il numero 15 emiliano ha la possibilità di rifarsi al 10’ e stavolta non sbaglia: 3-0. Al 19’, dopo vari capovolgimenti di fronte, arriva l’occasione per le Fiamme di riportare il risultato in pareggio con un calcio dalla piazzola di Filippo Di Marco: l’apertura cremisi non fallisce e fa 3 a 3. Il match prosegue sul filo dell’equilibrio e i punti continuano ad arrivare dai calci piazzati, infatti al 26’ è la volta dei padroni di casa che, ancora con Farolini, mettono la testa avanti: 6 a 3. A quattro minuti dal termine è ancora l’estremo del Valorugby a centrare i pali con un calcio che porta i suoi a +6. Manca poco meno di un minuto alla fine del primo tempo e il Valorugby perde Leaupepe, che va ad accomodarsi dieci minuti sulla panca dei cattivi per un fallo su Filippo Di Marco. La seconda frazione di gioco vede le Fiamme iniziare in attacco alla ricerca del bersaglio grosso, ma la difesa dei padroni di casa non permette ai cremisi di sfondare, anzi è il Valorugby che, pur in inferiorità numerica, spinge le Fiamme nella propria metà campo. Al 48’, dopo un bel calcio in touche di Newton, gli emiliani battono veloce, il pallone arriva a Majstorovic che va a schiacciare in mezzo ai pali: Farolini trasforma e fa 16 a 3. Qualche minuto dopo l’arbitro Gnecchi estrae di nuovo il cartellino giallo e lascia di nuovo i padroni di casa in 14, con Randisi fuori per 10 minuti. Le Fiamme stavolta riescono a cogliere l’occasione al volo e al 56’, dopo una serie di pick and go sulla linea, vanno in meta con Matteo Cornelli. La trasformazione di Maicol Azzolini porta i Cremisi a -6: 16 a 10. Ma il Valorugby non sembra cedere e al 29’ allunga di nuovo con Farolini dalla piazzola: 19-10. Le Fiamme non mollano e subito dopo, al 30’, una bella azione corale manda in meta il 2002 della Under18 cremisi Arturo Fusari, che festeggia al meglio la sua prima presenza dall’inizio; Maicol Azzolini non trasforma e le Fiamme restano a -4. Gli ultimi minuti sono particolarmente concitati con il XV della Polizia di Stato che cerca i punti per ribaltare il risultato, ma che rischia in un’occasione di mandare gli avversarsi in meta. Entrambe le squadre non riescono a muovere ancora lo score e il match si chiude sul 19 a 15.

Il tabellino
Reggio Emilia, Stadio “Mirabello” – Sabato 10 aprile 2021
PERONI TOP10 –XVI giornata
Valorugby Emilia v Fiamme Oro Rugby 19 – 15 (9-3)

Marcatori:  p.t. 10’ c.p. Farolini (3-0), 19’ c.p. Di Marco (3-3), 25’ c.p. Farolini (6-3), 36’ c.p. Farolini (9-3), s.t.47’ m. Majstorovic tr. Farolini (16-3), 64’ m. Cornelli tr. Azzolini (16-10), 68’ c.p. Farolini (19-10), 69’ m. Fusari (19-15).

Valorugby Emilia: Farolini; Leaupepe (68’ Rodriguez) , Majstorovic, Bertaccini, Paletta; Newton, Fusco (61’ Chillon); Amenta(c) (63’ Rimpelli), Conforti, Favaro; Dell’Acqua, Gerosa (52’ Gerosa); Chistolini (71’ Sanavia), Gatti (49’ Luus), Randisi.
all. Manghi

Fiamme Oro Rugby: Azzolini; Lai, Fusari, Forcucci, Mba (68’ Fusco); Di Marco (53’ Spinelli), Marinaro; Caffini, Cristiano (c) (59’ Cornelli), Chianucci (49’ D’Onofrio); Stoian, Fragnito (77’ Angelone); Vannozzi (76’ Tenga), Moriconi (49’ Kudin), Zago (76’ Mariottini).
all. Green

Arb.: Gnecchi (Brescia)
AA1 Angelucci (Livorno), AA2 Merli (Jesi)
Quarto Uomo: Annoni (Milano)
Cartellini: al 39’ giallo a Leaupepe (Valorugby Emilia), al 63’ giallo a Randisi (Valorugby Emilia).
Calciatori: Farolini (Valorugby Emilia) 5/6; Di Marco (Fiamme Oro Rugby) 1/1, Azzolini (Fiamme Oro Rugby) 1/2
Note: giornata nuvolosa con circa 8 gradi. Partita disputata in assenza di pubblico.
Punti conquistati in classifica: Valorugby Emilia 4 , Fiamme Oro Rugby 1
Player of the Match:  Denis Majstorovic (Valorugby Emilia)

10 aprile 2021
Cristiano Morabito – Responsabile della comunicazione Fiamme Oro Rugby

 

16^ giornata “PERONI TOP10” – Pronta la formazione che affronterà il Valorugby

Retitalia Fiamme oro Valorugby

 

Roma – Impegno in terra emiliana per il XV della Polizia di Stato che, sabato 10 aprile alle 16, in occasione della 16^ giornata, incontrerà il Valorugby.

All’andata, sul campo dell’Acqua Acetosa, furono i reggiani ad avere la meglio, imponendosi 27 a 16 sulle Fiamme, vittoria che permise alla squadra allenata da Manghi di iniziare la sua corsa verso la zona playoff, virtualmente già raggiunti al momento con 50 punti e il terzo posto in classifica.

Per quanto riguarda i Cremisi, anche se ancora non condannati dalla matematica, l’accesso alla fase finale del “Peroni TOP10” non sembra più essere alla portata: condizione che consente alla squadra allenata da Green di giocare le ultime partite della stagione senza la pressione di dover per forza fare risultato, ma con l’obiettivo di dimostrare la crescita fatta vedere in campo nelle scorse giornate e di essere un cliente difficile per le squadre che la precedono in classifica.

«Possiamo giocarcela con tutti – conferma coach Craig Green – e la partita con Reggio sarà un altro importante banco di prova per testare i nostri progressi e per trovare una certa continuità nelle prestazioni. Il Valorugby è una squadra molto fisica e penso che anche stavolta cercherà di far valere al massimo questa sua caratteristica. Per quanto ci riguarda, noi affronteremo gli emiliani a viso aperto, facendo attenzione ad evitare partenze false come quella dell’ultima partita con il Viadana».

Questi i 23 giocatori scelti per la trasferta di domani: Niccolò Zago, Alain Moriconi e Alessandro Vannozzi comporranno il terzetto di prima linea, con alle loro spalle Cristian Stoian e Davide Fragnito; in terza, insieme al capitano Filippo Cristiano, ci saranno Andrea Chianucci ed Emiliano Caffini; coppia di mediani confermati, con Simone Marinaro a 9 e Filippo Di Marco a 10, mentre a centri ci saranno Alessandro Forcucci e Arturo Fusari (classe 2002 proveniente dalla Under18 cremisi, all’esordio da titolare); infine, il triangolo allargato sarà formato da Cristian Lai e Michael Mba alle ali e da Maicol Azzolini a estremo. In panchina andranno Amar Kudin, Leonardo Mariottini, Roberto Tenga, Andrea Angelone (Andrea Faccenna), Ugo D’Onofrio (Matteo Cornelli), Alessandro Fusco, Ignacio Spinelli e Simone Cornelli.

Arbitrerà l’incontro il bresciano Gianluca Gnecchi, insieme ai due assistenti, Angelucci e Merli, e al quarto uomo, Annoni.

La probabile formazione
Azzolini; Mba, Fusari, Forcucci, Lai; Di Marco, Marinaro; Caffini, Cristiano (cap.), Chianucci; Fragnito, Stoian; Vannozzi, Moriconi, Zago
A disposizione: Kudin, Mariottini, Tenga, Angelone (Faccenna), D’Onofrio U. (Cornelli M.), Fusco, Spinelli, Cornelli S.

9 aprile 2021 

Cristiano Morabito – Responsabile della comunicazione Fiamme Oro Rugby

 

I 40 anni che hanno cambiato la Polizia

In occasione dei 40 anni della riforma della Pubblica Sicurezza: i 40 anni che hanno cambiato la Polizia.

(Gazzetta dello Sport 01/04/2021) Pagina tabellare pubblicata da Macron, Polizia di Stato e Fiamme Oro Rugby – Gazzetta dello Sport

“Dici Polizia e pensi anche allo sport. Le Fiamme Oro sono un’eccellenza dello sport italiano, dedicandosi alla preparazione di atleti di alto profilo attraverso 9 centri nazionali e 28 centri giovanili”.

Leggi l’articolo completo  (Rassegna Stampa)

 

 

 

15^ giornata – La Fiamme rialzano la testa e battono Viadana 32-14


Retitalia - fiamme oro

27  marzo 2021
Roma – Grande prova delle Fiamme che, in svantaggio di 14 punti dopo dieci minuti, riescono a ribaltare il risultato e a portare a casa 5 punti, battendo il Viadana 32 a 14 nel XV turno del “Peroni TOP10.”

Un match che sembrava essersi avviato sui binari dell’ennesima sconfitta in casa per le Fiamme ma che, invece, ha visto il XV della Polizia di Stato reagire nel migliore dei modi, mostrando carattere, voglia di vincere, solidità e anche bel gioco.

Punto di forza dei cremisi in questo match sicuramente l’essere riusciti a dominare gli avversari in mischia, tanto che tre delle quattro mete messe a segno sono state opera degli avanti cremisi con la maul e il titolo di “Player of the match” assegnato al seconda linea Davide Fragnito.

Una vera e propria boccata d’ossigeno per le Fiamme, a digiuno di vittorie da troppo tempo, e che porta in dote cinque punti che non smuovono particolarmente la classifica dei cremisi, ma che portano a Ponte Galeria un sorriso in più e tanta fiducia nel futuro.

«Sono molto soddisfatto del risultato di oggi – ha dichiarato coach Craig Green alla fine del match – Trovarsi 14 punti sotto dopo poco più di dieci minuti e vincere 32 a 14 è una bella prova di solidità mentale di una squadra che ha saputo reagire al meglio senza mai disunirsi e perdersi d’animo. I primi 15 minuti sono stati a senso unico per il Viadana, con i miei un po’ contratti, ma poi siamo riusciti a riprendere in mano il gioco e abbiamo iniziato a dominare in mischia chiusa, riuscendo anche a creare belle azioni con i trequarti, soprattutto quando abbiamo capito che attaccandoli per linee verticali riuscivamo a trovare i varchi e ad avanzare».

Degno di nota, l’esordio in campo per Arturo Fusari, classe 2002 proveniente dai settori giovanili delle Fiamme Oro Rugby e fresco di convocazione con la Nazionale Under20 insieme ad Andrea Angelone.

Prossimo appuntamento in campionato per le Fiamme, sabato 10 aprile a Reggio Emilia per la XVI giornata del Peroni TOP10.

La cronaca
Inizio con il piede sul gas per entrambe le squadre, ma al 6’ sono i mantovani a sfruttare un errore nei 22 delle Fiamme: il rimbalzo del pallone tradisce Maicol Azzolini e il Viadana ha l’occasione di iniziare un’azione alla mano che, alla fine, porta in meta Ciofani. Zaridze trasforma e fa 0-7. Passano quattro minuti e la pressione del Viadana risulta di nuovo vincente: stavolta è Casado a schiacciare oltre la linea per la seconda meta giallonera, che Zaridze trasforma per lo 0-14. Al 23’ arriva la reazione cremisi: da una touche nasce la maul che manda in meta Davide Fragnito. Filippo Di Marco non trasforma e lo score resta sul 5-14. Le Fiamme continuano a premere e a creare gioco e al 34’, dopo una bella azione corale iniziata da Cristian Lai sulla sinistra, il pallone, dopo una serie di pick and go sulla linea del Viadana, arriva a Ludovico Vaccari: il centro cremisi trova il buco tra le maglie avversarie e va a schiacciare. Stavolta Filippo Di Marco non fallisce la trasformazione e le Fiamme si portano a -2 (12-14). Cinque minuti dopo, con un’azione fotocopia della precedente, i Cremisi vanno di nuovo a bersaglio, stavolta con Davide Fragnito: Di Marco trasforma e fa 19 a 14. Allo scadere il Viadana resta in 14 per un giallo a Caila e Filippo Di Marco mette tra i pali il conseguente calcio di punizione, chiudendo il primo tempo con le Fiamme in vantaggio 22 a 14. I Cremisi iniziano di gran carriera la seconda frazione ed è ancora la maul cremisi a dettare legge, mandando in meta Alain Moriconi e, con Filippo Di Marco che trasforma, il punteggio diventa 29-14, con in più il punto bonus della quarta meta. Al 60’ le Fiamme allungano il passo con Filippo Di Marco che centra i pali su calcio di punizione: 32-14. Gli ultimi minuti vedono ancora la squadra allenata da Craig Green dettare legge in campo e contrastare tutti gli attacchi degli ospiti. Ma la difesa cremisi tiene bene e il Viadana non riesce più ad andare a punti. Il match si chiude sul 32 a 14.

 

Il tabellino
Roma, CPO “Giulio Onesti” – Sabato 27 marzo 2021
Peroni TOP10, XV giornata
Fiamme Oro Rugby v Rugby Viadana 1970 32-14 (22-14)

Marcatori: p.t. 5’ m. Ciofani tr Zaridze (0-7), 10’ m. Casado Sandri  tr Zaridze (0-14), 23’ m. Fragnito  (5-14), 33’ m. Vaccari tr Di Marco (12-14), 39’ m. Fragnito tr Di Marco (19-14), 40’+4’ cp Di Marco (22-14); s.t. 44’ m. Moriconi tr Di Marco (29-14), 58’ cp Di Marco (32-14)

Fiamme Oro Rugby: Azzolini; Cornelli S. (68’ Mba), Vaccari (71’ Fusari), Forcucci, Lai; Di Marco, Marinaro (68’ Fusco); Caffini, Cristiano (cap.) (68’ Faccenna), D’Onofrio; Stoian, Fragnito (71’ Angelone); Iacob (55’ Vannozzi), Moriconi (55’ Kudin), Zago (55’ Tenga)

allCraig Green

Rugby Viadana 1970: Zaridze, Di Chio (13’ Jannelli, 52’ Gregorio), Manganiello, Pavan (43’ Ferrarini), Ciofani, Apperley (Cap.), Jelic, Casado Sandri, Wagenpfeil, Cosi (55’ Boschetti), Caila (59’ Mannucci), Schinchirimini, Denti Ant. (40’-40’+4’ Schiavon, 55’ Sassi), Ribaldi (68’ Fiorentini), Halalilo (48’ Schiavon)

all. Fernandez
arb. Trentin (Lecco)
assistenti: Angelucci (Livorno), Locatelli (Bergamo)
quarto uomo: Liccardi (Salerno)

Cartellini: giallo al 40’+3’ per Caila (Rugby Viadana 1970)

Calciatori: Zaridze (Rugby Viadana 1970) 2/2, Di Marco (Fiamme Oro Rugby) 5/6

Note:  Giornata soleggiata. Partita giocata a porte chiuse in rispetto della normativa anti Covid-19

Punti conquistati in classifica: Fiamme Oro Rugby 5; Rugby Viadana 1970 0

Peroni Player of the match: Davide Fragnito (Fiamme Oro Rugby)

Cristiano Morabito – Responsabile della comunicazione Fiamme Oro Rugby

 

15^ giornata “Peroni Top 10” – La formazione delle Fiamme per la sfida con Viadana


26  marzo 2021
Roma – Prosegue il campionato a singhiozzo per le Fiamme che, dopo il rinvio del match con il Colorno di domenica scorsa a causa di alcuni casi Covid nella squadra emiliana, sabato 27 febbraio alle 15 tornano in campo sul terreno del “Giulio Onesti”, per la 15^ giornata del “Peroni TOP10”, con il Rugby Viadana 1970.

Esattamente un mese fa le due squadre si incontrarono allo “Zaffanella” e in terra mantovana furono i padroni di casa ad avere la meglio in un match piacevole da vedere, ma che alla fine vide le Fiamme uscire dal campo con un pesante 24 a 7 sulle spalle.

Per il XV della Polizia di Stato quella di sabato, penultimo match casalingo della stagione, sarà una partita importante sia per smuovere una classifica che lo vede relegato, con 23 punti, nelle retrovie del campionato, sia per mostrare i progressi fatti nelle ultime settimane di allenamento contro una squadra che nel gioco palla in mano ha il suo forte, così come conferma coach Craig Green: «All’andata il Viadana con il suo gioco non ci ha concesso tanti palloni e quella fu la chiave di un match che ci portò ad una sconfitta abbastanza pesante. In queste settimane abbiamo studiato come contrastare il gioco dei mantovani e credo che sabato riusciremo a creare più azioni per andare a punti».

Questo il XV scelto da Craig Green e dal suo staff che vedrà finalmente il rientro in campo di capitan Filippo Cristiano, fermo dal gennaio scorso a causa di un infortunio: il terzetto di prima linea sarà composto da Niccolò Zago, Alain Moriconi e George Iacob; in seconda torna la coppia formata da Davide Fragnito e Cristian Stoian, mentre in terza sarà la volta di Ugo D’Onofrio, Filippo Cristiano ed Emiliano Caffini; Simone Marinaro e Filippo Di Marco saranno in cabina di regia; la linea dei trequarti sarà completata dai due centri, Alessandro Forcucci e Ludovico Vaccari, e dal triangolo allargato che sarà composto dalle due ali, Cristian Lai e Simone Cornelli, e dall’estremo, Maicol Azzolini. In panchina andranno Amar Kudin, Roberto Tenga, Alessandro Vannozzi, Andrea Angelone, Andrea Faccenna, Alessandro Fusco (Lorenzo Masato), Arturo Fusari e Alessio Guardiano.

Arbitrerà l’incontro il fischietto lecchese Trentin, con i due assistenti, Angelucci e Munarini, e il quarto uomo, Liccardi.

La probabile formazione
Azzolini; Cornelli S., Vaccari, Forcucci, Lai; Di Marco, Marinaro; Caffini, Cristiano (cap.), D’Onofrio; Stoian, Fragnito; Iacob, Moriconi, Zago
A disposizione: Kudin, Tenga, Vannozzi, Angelone, Faccenna, Fusco (Masato), Fusari, Guardiano

Cristiano Morabito – Responsabile della comunicazione Fiamme Oro Rugby

 

Recupero 4^ giornata – Fiamme sconfitte dalla capolista 21-29

Fiamme oro Rec. 4 giornata

6  marzo 2021
Roma – Il XV della Polizia di Stato, come avvenuto all’andata in terra veneta, gioca per un’ora circa alla pari contro la prima della classe, ma alla fine  a spuntarla è il Petrarca che, sul terreno del “Giulio Onesti” e sotto una pioggia battente che ha caratterizzato gran parte del match, si aggiudica il recupero della 4^ giornata del Peroni TOP10.

Nulla da fare, dunque, per la squadra allenata da Green che alla fine cede 21 a 29, dopo un match che l’ha vista mettere più di una volta in difficoltà i veneti, ma che la vede uscire dal campo a bocca asciutta, senza conquistare neanche il punto di bonus difensivo, nonostante le tre mete messe a segno.

Le Fiamme oggi, nonostante la sconfitta, hanno dimostrato di essere una squadra ostica per tutti, lottando fino alla fine alla ricerca di una segnatura pesante, che non avrebbe modificato le sorti del match, ma che ha fatto vedere il carattere di una squadra capace di combattere ad armi pari anche contro un team che, finora, resta imbattuto in campionato.

Da parte cremisi c’è comunque la consolazione di aver giocato una partita a viso aperto contro una squadra che la classifica, e non solo, sancisce come i più forti, e la soddisfazione di averli messi in difficoltà in più di un’occasione.

«Il Petrarca ha dimostrato di meritare la posizione che occupa – ha dichiarato coach Craig Green – però stavolta, a differenza dell’andata, abbiamo rialzato la testa e combattuto fino alla fine. Resta un po’ di amaro in bocca per non aver preso almeno il punto di bonus difensivo che, sicuramente, avremmo meritato»

Con la partita di oggi, il XV della Polizia di Stato non smuove la classifica e resta ancorato alla settima posizione, incassando l’ottava sconfitta della stagione. Le Fiamme torneranno in campo sabato 21 marzo, in trasferta a Colorno, per la 14^ giornata di campionato.

La cronaca

Inizio senza esclusione di colpi, con le due squadre che macinano gioco da subito, ma è il Petrarca a muovere per primo lo score con Capraro che dopo un’azione multifase schiaccia alla bandierina. Lyle non trasforma: 0-5. Poco più di venti minuti dopo sono ancora i padovani ad allungare con Lyle dalla piazzola: 0-8. Il Petrarca continua a premere e al 34’ i Cremisi non riescono a fermare l’incursione di Lyle che va in meta sotto ai pali; lo stesso estremo petrarchino si incarica della trasformazione e porta i suoi sullo 0-15. Le Fiamme non ci stanno a chiudere il primo tempo senza muovere lo score e allo scadere arriva la prima meta cremisi con  Ludovico Vaccari; Maicol Azzolini trasforma e manda le squadre al riposo sul 7 a 15. Inizio di seconda frazione subito all’attacco per i padroni di casa che, dopo una bella azione alla mano mettono a segno la seconda meta del match con Ignacio Spinelli; Azzolini non fallisce la trasformazione e porta i suoi a -1. Quindici minuti dopo arriva la risposta del Petrarca, con l’ex azzurro Tebaldi che serve a Coppo il pallone per schiacciare oltre la linea la terza marcatura pesante per gli ospiti; Lyle trasforma e fa 14-22. Al 70’ il Petrarca allunga ancora e segna la meta bonus con Nostran e Lyle, con la trasformazione, porta gli ospiti a +15. Gli ultimi dieci minuti del match vedono entrambe le squadre giocare ancora a viso aperto, ma sono le Fiamme a premere di più, alla ricerca di un’altra meta che, puntualmente, arriva in pieno recupero: dopo una lunga serie di pick and go nei cinque metri ospiti, la maul cremisi riesce a trovare il varco e Alain Moriconi mette a segno la terza meta per i padroni di casa, con Maicol Azzolini che trasforma facilmente il calcio aggiuntivo e fissa lo score finale del match sul 21 a 29.

Il tabellino

Roma, CPO “Giulio Onesti” – Sabato 6 marzo 2021
Peroni TOP10, recupero IV giornata
Fiamme Oro Rugby v Argos Petrarca Rugby 21-29 (7-15)

Marcatori: p.t. 4’ m. Capraro (0-5), 23’ cp Lyle (0-8); 34’ m. Lyle tr. Lyle (0-15); 40’ m. Vaccari tr. Azzolini (7-15) s.t.  42’ m Spinelli, tr. Azzolini (14-15); 57’ m. Coppo tr. Lyle (14-22); 70’ m. Nostran tr. Lyle (14-29); 80+4 m. Cornelli tr Azzolini (21-29)

Fiamme Oro Rugby: Spinelli (70’ Fusco); Guardiano, Vaccari, Forcucci, Lai (68’ Gabbianelli); Azzolini, Marinaro (cap.); Caffini (74’ Taddia), Angelone (41’ Fragnito), Chianucci; Cornelli, Stoian; Vannozzi (58’ Iacob), Kudin (64’ Moriconi), Zago (69’ Mariottini)
allCraig Green

Argos Petrarca Rugby: Lyle; Capraro, De Masi (64’ Bettin), Broggin, Coppo; Zini (47’ Faiva), Panunzi (47’ Tebaldi); Trotta (cap.), Cannone (43’-52’ Panozzo), Nostran; Galetto, Beccaris (64’ Bonfiglio); Hasa (64’ Mancini Parri) Parri, Makelara (47’ Carnio), Franceschetto (48’ Borean)
all. Andrea Marcato

arb. Angelucci (Livorno)
assistenti: Chirnoaga (Roma), Rosella (Roma)
quarto uomo: Meo (Roma)

Cartellini: –
Calciatori: Lyle (Petrarca) 4/5; Azzolini (Fiamme Oro) 3/3
Note: Giornata piovosa, partita giocata a porte chiuse in rispetto della normativa anti Covid-19
Punti conquistati in classifica: Fiamme Oro Rugby 0; Argos Petrarca Rugby 5
Peroni Player of the match: Capraro (Petrarca)

Cristiano Morabito – Responsabile della comunicazione Fiamme Oro Rugby